2022/09/15

“Il cancro è una malattia puramente artificiale" Parola di scienziati .

" Non c'è nulla nell'ambiente naturale che possa provocare il cancro. Quindi deve essere una malattia artificiale"

Il tasso di insorgenza di tumori (soprattutto nei bambini, cioè nelle persone più indifese e sensibili della società) è aumentato esponenzialmente dopo la grande rivoluzione industriale, dimostrando inequivocabilmente che tale aumento non è dovuto alla maggiore longevità delle persone ma all’enorme inquinamento ambientale.
I numeri sono allarmanti e i tempi sono assolutamente maturi per prendere coscienza del fenomeno e soprattutto per muoversi.

Vera prevenzione : La cosa fondamentale è capire che lo stile di vita ha sempre fatto in passato e fa ancor oggi una grande differenza.
 Per stile di vita s’intende tutto: quello che mangiamo, respiriamo, beviamo, pensiamo, sentiamo e proviamo; è l’intero mondo dei sentimenti, il corretto del corpo, il riposo, l’aspetto spirituale, ecc. 
..un terreno biologico sano, predispone alla salute organica
- Un’alimentazione sana ... diminuendo la quantità delle tossine endogene prodotte con l’alimentazione, si riduce la cosiddetta “malattia”.
- L’aspetto emozionale gioca un ruolo estremamente importante. 
- Il Sole è fonte di vita
- tivù  gettata nella spazzatura 
Andare Oltre- malattia artificiale cancro


 Dall'articolo di Marcello Pamio su “Livello Alfa” del 05.07.2011

Evviva, ci sono arrivati perfino gli scienziati: il cancro è una malattia artificiale!
Meglio tardi che mai, possiamo dire.
Dopo innumerevoli tentativi - tuttora in corso - di farci credere che il cancro è un difetto genetico, un microbo errante o peggio ancora un virus, arriva, dagli stessi ambienti dell’establishment medico-scientifico, una notizia alquanto interessante. Una notizia che smentisce loro stessi.

Sai ascoltare ?

Ascoltare, un'attività difficile nella società occidentale e nell'epoca moderna. 
Ascoltare con l'apparato uditivo, ascoltare con la nostra mente, con la nostra capacità di osservazione; 

Ascoltare suoni, parole, tradurle dentro noi stessi; 

Ascoltare i cambiamenti del proprio corpo, dei mutamenti, dei sintomi, degli effetti di terapie;
del proprio essere; 
Ascoltare le verità della natura e farle più nostre;
Ascoltare quando una persona ci fa del male aggredendoci, ad esempio, saper ascoltare noi e profondamente anche l'altro, mediare poi le nostre reazioni che, senza l'ascolto interiore, risulterebbero negative, anche isteriche,  peggiorative della situazione e del rapporto. 

Fromm Libro l'arte di ascoltare 

Ogni sofferenza umana contiene in sé il germe della felicità, 

basta saperla "ascoltare" con disponibilità.

***

Fromm, il grande psicologo e filosofo tedesco, studioso dell’anima umana e delle mille difficoltà dei rapporti personali, ha elaborato un piccolo vedemecum per chi vuole davvero ascoltare e capire gli altri

Prima di amare bisogna ascoltare.

Ascoltare è importante. Ma attenzione, rifuggite – sostiene il filosofo – da chi cerca di convincervi che si tratti di una “tecnica”. L’ascolto non è un affare “meccanico, parola utilizzata per tutto ciò che non ha vita, ma si avvicina, al contrario, all’arte”. È cosa viva: ascoltare e comprendere l’anima di un uomo è come leggere una poesia. Non un’analisi del testo, certo. Ma dello spirito.

Fromm dà alcuni consigli specifici. Le regole fondamentali dell’arte dell’ascolto:

(..)  la concentrazione completa di chi ascolta.

Nella sua mente non deve esserci niente di importante. Occorre che sia libera, al massimo, senza ansia né avidità.

Deve avere un’immaginazione libera, ma abbastanza concreta perché possa essere espressa con parole.

Deve avere il dono di provare empatia con le altre persone. Ma anche quello della forza di sentire l’esperienza altrui come se fosse sua.

Avere empatia è un aspetto della capacità di amare. Capire un altro significa amarlo: non in senso erotico, ma nel senso di raggiungerlo uscendo da se stessi e superando la paura di perdersi.

Comprendere e amare sono due cose inseparabili. Se sono separati, diventa un processo cerebrale e la via per una comprensione di base rimane chiusa.

 Fonte: Basta amicizie distratte: ecco le regole di Erich Fromm per capire cosa pensano gli altri - Linkiesta.it

***

Il libro. 

Ogni sofferenza umana, sostiene Fromm, contiene in sé il germe della felicità, basta saperla "ascoltare" con disponibilità. La psicoanalisi è appunto questo, l'arte di ascoltare le voci interiori per giungere alla realizzazione personale.
Una introduzione alla tecnica della psicoanalisi illustrata con un linguaggio semplice. Una guida per superari i conflitti e le passioni laceranti e giungere alla salute e al benessere.(www.ibs.it)

*§*