2022/12/07

L'insegnamento del pallone Wilson, maestro di vita - Cast Away

 
Voglio intraprendere un viaggio di riflessione  insieme a Wilson, un co-protagonista d’eccezione nel film Cast Away, divenuto un cult e con Tom Hanks -Cuck Noland, naufrago su un'isola deserta, che ha saputo trasmetterci le esatte sensazioni che si possono provare in una totale solitudine e disperazione.

Senza Wilson non sarebbe stata così chiara e profonda la sensazione del bisogno dell'altro. 


Diverso è per chi sceglie di essere eremita: libera scelta e sicurezza di poter tornare alla vita di prima. 

L'essere umano è un animale sociale e socievole, la solitudine estrema non è adatta a lui  ma qui voglio andare oltre la motivazione della solitudine che fa unire così profondamente Chuck al pallone ritrovato, portato per caso dalla marea nell'isola in cui è caduto.  (in fondo all'articolo una breve trama del film)   

La scena della zattera in cui Chuck vede allontanarsi fra le onde il suo pallone, muove alcune corde del nostro animo. 

Questo oggetto inanimato, a cui Chuck ha fatto assumere sembianze quasi umane disegnando con il sangue un volto ed aggiunti capelli di paglia, rappresenta per lui, sempre più con il passare del tempo e attraverso le esperienze anche dolorose giornaliere che si è trovato a dover affrontare, un'ancora psicologica  attraverso un forte rapporto affettivo che innegabilmente si è creato tra loro. 
Il pallone è diventato sempre più il suo unico amico, un confidente, un appiglio per l'esigenza di comunicare, per l'istinto dello scambio, dell'espressione verbale ed interiore, di condivisione nel bene così come nei momenti difficili delle sue giornate e della sua vita completamente solitaria. 

Un naturale ed istintivo espediente di sopravvivenzaè un tentativo per evitare di cadere nel vortice della pazzia dettata dalla solitudine estrema, per non diventare pazzo di solitudine. 

 Allo stesso modo dei bambini che quando giocano vivono intensamente l'oggetto del loro gioco come reale, Chuck  ha investito emozionalmente in quell'oggetto

 Il messaggio che arriva è di far scaturire in noi il senso della vita, di tirar fuori l'essenza del vivere  racchiusa in una sfera di plastica e paglia, di andare oltre la materia, di ricordare i valori dell'empatia, dell'amicizia, dell'Energia che si sprigiona da quello  che non è soltanto un corpo fisico ma  vita stessa nel suo nucleo fondamentale. 

Considerandolo al pari di un umano, trattandolo come un compagno umano, 

 Chuck  "riesce a immaginarlo intriso dell’essenza della vita" 

quindi, a causa della necessità di sopravvivere anche moralmente, si è spinto oltre  il senso della materia a favore di questo rapporto affettivo profondo che ha creato, che ha voluto e dovuto creare, e che il bisogno di relazionarsi, di affetto, nonché Wilson stesso, gli hanno ispirato. 

 Un rapporto talmente profondo che nel momento culminante del film, quando Chuck , per  tentare di recuperare il pallone caduto dalla zattera in mare aperto durante una tempesta, rischia di affogare, prova a raggiungerlo, urla, lo chiama con disperazione e tenta nuovamente di recuperalo , ...ma non riesce;

Chuck si troverà nel momento esatto, frequente nella vita, di dover prendere una decisione, di scegliere in fretta, ed anche di veder volar via progetti, sogni, persone care, relazioni e situazioni; una scelta a cui solo il nostro istinto di sopravvivenza riesce a dare la svolta definitiva.

E Chuck perde Wilson. 

"Non ce la faccio!"
"Scusami Wilson"


Sembra una sciocchezza disperarsi o rischiare di morire per un pallone;  al contrario,  effettuata la sua scelta di salvarsi, tornato alla zattera mentre ancora urla disperato chiamando il suo nome, "Wilson",  ecco, da quel momento Chuck si lascia andare ..


Ha perduto  lo specchio della sua identità, ha perduto la forza che lo ha fatto andare avanti, il vigore del desiderio di tornare a casa, di ingegnarsi nel trovare soluzioni, la tenacia grazie alla quale aveva superato le difficoltà,  ha perduto anche l'energia del suo sperare poiché perdendo Wilson sentiva di essere stato separato dall' unica cosa che conta nella vita, il LEGAME AFFETTIVO, il nutrimento, cioè, per il suo animo. 
Vedendo svanire fra le onde l'affetto che aveva riposto in quello che era diventato il suo sostegno unico e principale, una forza a cui aveva trasferito sembianze umane e verso cui si era relazionato come ad un umano, decide in sé come di lasciarsi morire. 

Poiché nulla può sostituire il rapporto affettivo profondo. 

Nello stesso modo in cui non si vive nel corpo senza cibo ed acqua, ugualmente non si vive nell'animo senza affetti, legami, emozioni da scambiare.  


Chuck ha superato tanti dolori ed ostacoli, è riuscito anche ad estrarre da solo un dente dolorante ed infetto, ma quello della perdita di Wilson, di non essere stato in grado di salvarlo dalle onde, è stato il dolore più grande,  implacabile per il suo animo adesso realmente solo.   


Chuck Noland nella storia si è poi salvato. Ma chi lo ha realmente salvato? La nave che lo ha raccolto dal mare o un pallone con capelli di paglia ?? 

La nave ha raccolto il suo corpo.
Wilson lo ha salvato due volte,  sull'isola, liberandolo dalla solitudine, dal senso di rinuncia e di abbandono di se stesso, e nel momento in cui si allontanava in mare. 

In quel frangente quel piccolo grandissimo pallone
gli ha regalato altri insegnamenti: 

- ha stimolato in lui la presa di coscienza di aver trasferito il suo stato d'animo, le sue emozioni in un oggetto determinando, di conseguenza,  la sua salvezza (via di uscita che Wilson gli ha restituito mostrandosi a lui, ovvero al suo "sentire", come un semplice pallone di gomma e facendolo così tornare alla zattera) 

- che il dipendere eccessivamente, patologicamente da un affetto può rivelarsi dannoso, 

- che le cose del mondo hanno tutte una fine naturale da accettare con saggezza 

- che anche se pensiamo di non essere riusciti in qualche cosa (come Chuck pensa e si dispera per non esser riuscito a salvare il suo amico), al contrario siamo determinanti nella vita degli altri; 

-che facciamo del nostro meglio per l'altro anche quando ci troviamo in scelte estreme nelle quali, se poi non riusciamo a dare il massimo e raggiungere il risultato voluto, dobbiamo non sperimentare in noi gli enormi sensi di colpa di cui siamo preda; 

- e soprattutto che i legami rappresentano l'aspetto più importante nella vita 


*****


Cast Away, il film

Cast Away è uno di quei film che ormai è diventato un cult del cinema moderno e contemporaneo. La storia che viene raccontata è quella di Chuck Noland, un ingegnere di Memphis che lavora per la compagnia FedEx. Per Chuck la sua vita è praticamente perfetta: ha un lavoro che lo appaga, con buone prospettive di carriera, ed è fidanzato con Kelly con cui ha intenzione di sposarsi.  Eppure Chuck un problema ce l’ha ed è farsi assorbire troppo dal lavoro: lavoro, per il quale, deve urgentemente partire per la Malesia il giorno di Natale. Tuttavia, l’aereo precipita nell’Oceano Indiano e lui rimane l’unico sopravvissuto di un’isola deserta.

Tra i vari oggetti andati perduti, Noland trova un pallone da pallavolo che decide di chiamare Wilson (lo stesso nome della marca) e ne disegna un volto con l’impronta della sua mano insanguinata. Dopo quasi cinque anni, fatti di solitudine e sopravvivenza, arrivano sulla spiaggia dei detriti che possono fare al caso suo: riesce a farvi una zattera e a superare la barriera corallina, fino a che non viene tratto in salvo da una nave e riportato a casa.

Chuck aveva conservato un pacco FedEx per i cinque lunghi anni sull’isola, senza mai aprirlo, per poterlo consegnare al destinatario se si fosse salvato. Dopo aver scoperto, al suo rientro, che ormai la moglie, credendolo morto, si è rifatta una vita, decide di andare in Canada e consegnare quel pacco mai aperto con delle ali d’angelo sopra.

Dopo aver lasciato il pacco e un biglietto, ad un incrocio vede una donna su un pick up che ha le stesse ali disegnate sul pacco. Chuck rimane a guardare il bivio, dando vita a un finale aperto che rivela quale sia la sua vera conquista:  il poter scegliere e affidarsi al destino e a quello che ha in serbo per tutti. (da Cinefilos.it) 

"In ogni caso, a film terminato, Wilson ha vissuto altre vite: infatti, furono utilizzati ben 3 palloni per realizzare il film e uno di essi è stato venduto all’asta per circa 18.400 dollari."



*§*


l'insegnamento di Wilson - Cast Away


 

2022/11/12

Evento Olistico "Vivi la Conchiglia" a Morlupo - XXV Edizione


Incontro Olistico  tra Scienza Ricerca Arte e Natura 

Aperto a professionisti, operatori e ad appassionati di  
Medicina Olistica e Scienze Umane 

L’ “ITER”, Istituto Transdisciplinare Europeo di Ricerca, e "UniAleph" invitano  ad
immergervi nel mondo della cultura salutistica e del benessere. 
In questo evento verranno condivisi 
saperi di natura scientifica, culturale ed umanistica. 

 Un evento annuale nel quale le figure professionali e gli utenti che ruotano attorno al pianeta ITER  hanno l'opportunità di incontrarsi, confrontarsi, vivere assieme, per crescere lungo un  percorso di conoscenza in continua evoluzione.

In questa del 2022 a Morlupo, come in ognuna delle passate edizioni, 
l'evento si avvarrà di ospiti e relatori di  elevata professionalità

immunologi,  ricercatori, artisti, giornalisti d'inchiesta, infettivologi, sportivi, docenti, scrittori, psicoterapeuti, psicologi, allergologi,  fisioterapisti, erboristi  fitopreparatori, chef,  saggisti, vocalist, attori, inventori, counselor, avvocati, musicisti e compositori, specialisti in ortodonzia, figure del "Clown Dottore", dentisti, filantropi, ingegneri, esperti in medicina complementare, agopuntori,.. 

che si esprimeranno in tematiche  di 
cultura medico-socio-politico ed arte 

 Formazione interattiva, intrattenimento, aperitivo, show cooking, evento serale, pranzi e cene, pernottamento,  mostra d'arte, concerti, stands prodotti e degustazione,  
sono previsti nel programma del convegno. 


Convegno Vivi la Conchiglia 2022_ Olistica, scienza , benessere, arte e natura

"Il termine  "OLISMO" vuol dire tanto, vuol dire tutto ciò che è lo scibile inteso non come tuttologia dove in qualche modo ci si inoltra per varie strade in modo superficiale, bensì come un cercare di trovare quelle strade più profonde per  donare benessere all'individuo attraversando svariati percorsi integrando,  comunque, ciò che di meglio e di più la medicina ufficiale ci dona." 
queste le parole, alla presentazione all'edizione 2013, di Mimmo Micarelli, fondatore dell’ “ITER della salute il cammino” che, insieme ad altri operatori olistici, ha dato vita molti anni fa ad un percorso di ricerche, di studi  e di terapie in riferimento alla medicina olistica

    
   

Le tre giornate di convegno che quest'anno si svolgerà a Morlupo (Roma), all'interno  del 
  Residence Rogate ,  si articoleranno fra tematiche inerenti

la difesa dall'elettrosmog, cibo e benessere, formazione interattiva per il pieno sviluppo della persona umana, sport, psicologia, musicoterapia, ossigeno ozono terapia rivoluzionaria, la scintilla della gioia da "Comici Camici",  odontoiatria,  fisioterapia, Metodo Roi, neurologia, Biohacking,  tematiche tratte da libri fra amore e coscienza, omeopatia,  "l'informazione perduta", fisiatria, malattie ambientali - immunologia dei sistemi complessi e felicità,  agopuntura, "oltre la frontiera della materia", medicina complementare, ortopedia, fisiologia della coscienza,.. 

Momenti conviviali, concerti, esibizioni e mostra d’arte. Stand vari e di prodotti naturali per il benessere,  possibilità di degustazione di integratore di foglie di ulivo con marchio unico, orgoglio della fitoterapia italiana,  ed esclusivo nel mondo.




 


***********************************************************************

Mimmo Micarelli - ITER ,   Mauro Scardovelli - UniAleph  e tutti i professionisti che avete trovato inseriti nel programma vi danno appuntamento al 

Convegno "Vivi la Conchiglia"  che si svolgerà presso il  

Residence Rogate, via Flaminia 65, Morlupo, Roma 

nelle giornate dal 2 al 4 dicembre 2022 

Informazioni e contatti : Tel. 0765 841413  Cell. 3347643337  - 3484713316 -  335 6757001  - email : fktitersas@gmail.com     
   



***********************************************************************



ITER   e  UNITER Onlus· Unità di Riabilitazione delle Neuroscienze e degli Organi Sensoriali
sono gruppo di spicco nel panorama nazionale della riabilitazione che attribuisce un particolare significato al valore dell’individuo attraverso l’educazione all´ecologia della salute e alla sua salvaguardia. Presso i Centri ITER si lavora in grande armonia per risolvere i problemi delle persone che vi si rivolgono per ritrovare il proprio benessere e buono stato di salute, riattivando il processo di autoguarigione del corpo.



*§* 



La fatica del globulo bianco! - video. Evitare le infiammazioni.

 
Incredibile inseguimento !

 Gli instancabili globuli bianchi, 
cellule di difesa del nostro organismo, sono chiamati anche fagociti poiché riescono letteralmente a "mangiare" gli elementi estranei, a fagocitare le particelle nocive che si creano o entrano impunemente nel nostro organismo, inghiotte microrganismi e quindi i microbi. Essi hanno la facoltà ed il potere di inglobare e "digerire"  qualsiasi elemento estraneo e dannoso per noi. 

Globuli bianche e infiammazioni - Video globulo bianco insegue batterio_ su Andare-Oltre

 L'endocitosi si riferisce alla grande quantità di materia inghiottita da queste nostre armi naturali di difesa. 
Quando si danno da fare ad inglobare grandi cellule (come i batteri) si chiama fagocitosi

Video degli anni '50 "UN GLOBULO BIANCO INSEGUE UN BATTERIO"


Se un batterio entra nel nostro corpo subito il globulo bianco immunitario attiva il suo meccanismo per circondare il microrganismo estraneo e lo circonda con una vescicola (parti della membrana plasmatica che trasportano il materiale dall'esterno all'interno della cellula)  trattenendolo  per poi trasportarlo ed inglobarlo in se stesso (invaginazione). Queste vescicole sono piene di lisozomi i quali, rompendosi, disintegrano l'invasore. 

L'infiammazione  nel nostro organismo 
viene creata nel momento in cui alcuni globuli bianchi rilasciano dei composti per attirarne altri 
 (alcune fagocitano immediatamente, altre hanno prima questo compito di segnalare la presenza per chiamare e concentrare altre cellule immunitarie in quella zona producendo sostanze specifiche per questo scopo). 

Ad essi inviano anche le informazioni su quale  genere di batterio si tratti.
Altri ancora  "spruzzano sostanze chimiche che distruggono i batteri direttamente sugli organismi invasori invece di inglobarli per primi."

************

❗ ❗ ❗ ❗


INFIAMMAZIONE  


LA NOSTRA SALUTE DIPENDE in primo luogo 
DA ASSENZA DI  INFIAMMAZIONI, 
meccanismo di difesa dell'organismo

Prevenzione è anche e soprattutto evitare di rendere il nostro organismo bersaglio di tossine,  quindi poi infiammato, infine ammalato.
Impostiamo il nostro stile di vita ed il genere di rimedi che assumiamo affinché se ne creino il meno possibile. 

COSA CREA TOSSINE E DI CONSEGUENZA INFIAMMAZIONI ? CAUSE: 
  • microrganismi (batteri, virus, funghi e parassiti)
  • sostanze chimiche (quindi anche certi componenti dei farmaci chimici ..) 
  • sistema immunitario non efficiente
  • morte del tessuto
  • agenti fisici
  • meccanismi difensivi che regolano la risposta infiammatori ma che non funzionano adeguatamente ( come per allergie e affezioni autoimmuni) 
  • e ...  fattori di natura NON INFETTIVA  come
    traumi fisici, ustioni, congelamento, punture d’insetto, corpi estranei all’interno di una ferita, contatto con sostanze chimiche nocive o prodotte all’interno dell’organismo nel corso del metabolismo (prodotti metabolici) o esposizione a radiazioni. 
    Aggiungerei a ciò di cui generalmente ci informa in maniera troppo circoscritta una certa fascia della sanità pubblica, 
  • i traumi psichici  e lo stress i quali sviluppano in noi un accumulo enorme di processi interni che creano a loro volta tossine le quali, a lungo andare, sfociano in una risposta infiammatoria, ormai divenuta più o meno grave, creando le relative malattie. 
Non dimentichiamo quanto sia per noi  intossicante a livello organico  l'aspetto psicologico !!



🔑 🔑  OMEOPATIA è SOLUZIONE   🔑🔑
Come sostiene  Paolo Bellavite, professore di medicina generale all'Università di Verona
"(..) i rimedi omeopatici agiscono in vari modi e misura sui recettori delle cellule  dell'infiammazione modulandone e riducendone l'attività; contrastano la produzione di radicali liberi e regolano il funzionamento delle cellule (..) 
L'omeopatia risolve anche malattie croniche e gravi. 
E senza intossicare con componenti chimici. 
Riusciranno molti a comprenderlo finalmente ? 


🔑🔑🔑

***
VIDEO "UN GLOBULO BIANCO INSEGUE UN BATTERIO"
Questo video è tratto da un filmato in 16 mm realizzato negli anni '50 dal professor David Rogers alla Vanderbilt University. Raffigura un globulo bianco, e in particolare un leucocita polimorfonucleato (neutrofilo), che striscia tra i globuli rossi, che si notano dal colore scuro e la forma sferica. Il neutrofilo sta inseguendo un batterio Staphylococcus aureus per fagocitarlo.  
Sono visibili anche alcune piastrine ematiche aderenti al vetro sottostante. Si può notare facilmente la caratteristica forma asimmetrica del neutrofilo strisciante con una lamella principale che esclude gli organelli e un restringimento all'estremità opposta, culminante in una "coda" che la cellula sembra trascinare. Le onde di contrazione sono visibili lungo la superficie della cellula mentre si muove in avanti. Mentre il neutrofilo segue incessantemente il microbo, esso ignora i globuli rossi e le piastrine.
Tuttavia, il globulo bianco è sufficientemente rigido da deformare e spostare i globuli rossi contro cui va a sbattere. Anche il contenuto interno del neutrofilo si muove: i “granuli” si avvicinano alla membrana della superficie cellulare solo quando la cellula cambia direzione e ridistribuisce il suo "gel" periferico.
Credit video: YouTube/Robert A. Freitas Jr.
Credit musica: “Epic Chase”, maxkomusic


Fonti e link utili :
 



2022/10/22

Perché ridurre gli zuccheri potrebbe cambiarti la vita



"Per favore, hai cellule beta; proteggile.
Hai la conoscenza e hai il potere. Ridurre lo zucchero nella tua dieta potrebbe cambiarti la vita.
E se riduci lo zucchero nella tua dieta, utilizzerai i tuoi pasti così come erano destinati: .. per alimentarti verso la grandezza."
Dottoressa Jody Stanislaw,

Avendo convissuto con il diabete di tipo1 dall'età di sette anni, ha dedicato la sua carriera ad aiutare gli altri con il diabete di tipo 1. Dai suoi oltre 30 anni di esperienza, insegna informazioni che cambiano la vita su come gestire con successo il Tipo 1 che la maggior parte dei medici non ha mai appreso e che i milioni di persone alle prese con il Tipo 1 hanno un disperato bisogno di sapere.

1) Proteine da affiancare ai carboidrati  nella colazione 

2) Idratati, bevi acqua  se hai voglia di zuccheri

3) Utilizza carboidrati fatti anche in casa privi di zuccheri, a basso contenuto di carboidrati nocivi

***


"Lo zucchero si nasconde ovunque nella dieta odierna ampiamente accettata, ma nel frattempo i suoi effetti devastanti stanno creando più morti che incidenti automobilistici.
In questo discorso illuminante, la Dottoressa Jody Stanislaw, un medico naturopata che ha studiato gli effetti negativi dello zucchero da quando le fu stato diagnosticato il diabete di tipo 1 all'età di 7 anni, ci immerge in come gli effetti negativi diffusi dello zucchero stiano colpendo tutti noi e cosa puoi fare tu al riguardo.
La dott.ssa Jody Stanislaw ha conseguito il dottorato in medicina naturopatica nel 2007. È educatrice certificata del diabete, specialista in diabete di tipo 1 e membro fondatore del consiglio di amministrazione della Low Carb Diabetes Association.
Avendo convissuto con il diabete di tipo 1 dall'età di sette anni, ha dedicato la sua carriera ad aiutare gli altri con il diabete di tipo 1. Dai suoi oltre 30 anni di esperienza, insegna informazioni che cambiano la vita su come gestire con successo il Tipo 1 che la maggior parte dei medici non ha mai imparato e che i milioni di persone alle prese con il Tipo 1 hanno un disperato bisogno di sapere. Pazienti provenienti da oltre trenta stati e dieci paesi hanno lavorato con lei attraverso la sua pratica virtuale. Eppure ci sono milioni di persone in tutto il mondo che stanno ancora lottando. (..) "

Lo zucchero non è un piacere | Jody Stanislaw


Trascrizione completa del video : 

Prenditi qualche momento per pensare agli organi più vitali nel tuo corpo, quegli organi senza i quali non puoi vivere.

sono un medico naturopata, e amo educare le persone sull'importanza del pancreas,

che si trova proprio qui, nascosto dietro il tuo stomaco, dietro la cassa toracica inferiore sinistra.

All'interno del tuo pancreas c'è un piccolo gruppo di cellule chiamate cellule beta.

In realtà hai solo due grammi; ha le dimensioni di, tipo, due mandorle.

Ebbene, queste cellule vivificanti sorprendentemente non ricevono attenzione,

ma se dovessero appassire, in assenza di intervento medico, moriresti letteralmente nel giro di poche settimane.

Ecco quanto sono importanti le tue cellule beta; moriresti. 

Ecco come funzionano:

Ogni volta che mangi zucchero o carboidrati altamente raffinati, accade che ...

2022/10/20

Deep Purple "Child in time" , il rimbalzo del proiettile

Deep Purple, un profondo viola tra gli antesignani dell'hard rock , "inserito nel Guinness dei primati come band più rumorosa del mondo", ha creato con

Child in Time un'atmosfera unica, soft, come sospesa,  tra pause, un paio di crescendo, urli inaspettati, ritmo che cambia e ti trascina in diverse molteplici sensazioni.. 
Child in time, fra i migliori brani del mondo, esempio di come si fa musica, un testo breve ma significativo, un messaggio discreto e sottile rivolto al mondo che in quell'epoca versava sangue impunemente. Attuale sempre, purtroppo.  


“Dolce bimbo nel tempo
tu vedrai il confine
il confine che è tracciato
tra il bene e il male
vedrai il cieco sparare al mondo
proiettili vaganti
che esigono un tributo
sei stato cattivo
oh Signore, scommetto di sì
e se non sei stato colpito
dal piombo vagante
e meglio che tu chiuda gli occhi
e pieghi la tua testa
aspetta il rimbalzo del proiettile.

Oh, voglio sentirti cantare…

Dolce bimbo nel tempo
tu vedrai  (..) ”.

(Traduzione a cura di Francesco Komd )


CHILD IN TIME - Deep Purple su Andare-Oltre



Oltre a lasciarvi all'ascolto da gustare ancora e ancora negli anni, vi riporto queste due recensioni

"Il testo di Child in Time si ispira alla Guerra Fredda e in particolare alla Guerra in Vietnam (1955-1975) che ai tempi era un tema molto attuale e sentito. In quest'ottica, la strofa "Se sei stato cattivo e non sei stato colpito dal piombo" diventa un riferimento alla teoria della Distruzione Mutua Assicurata (MAD): la prima potenza militare a colpire con un'arma atomica (il cattivo) non può che attendersi di ricevere un bombardamento atomico di ritorno." 
(recensione da https://www.fabiosroom.eu/it/canzoni/child-in-time/ )

 
Video con riprese dell'epoca, girate anche per strada tra la gente
 
aumentato di molto il
 rivivere quell'atmosfera


           



TESTO ORIGINALE : 

Sweet child in time
You'll see the line
The line that's drawn between
Good and bad
See the blind man
Shooting at the world
Bullets flying
Oh, taking toll
If you've been bad
Oh, Lord, I bet you have
And you've not been hit
Oh, by flying lead
You'd better close your eyes
Oh
Bow your head
Wait for the ricochet


Dalla recensione di  Indie Vision  : 
“Child in Time”. Lunga una decina di minuti, tantissimo per noi, ma in realtà di lunghezza accettabilissima per i canoni del genere, soprattutto negli anni ‘70, è considerabile una delle canzoni più rappresentative dell’hard rock di tutti i tempi.

Fai partire questo brano, ti aspetteresti di sentire fin da subito le chitarre graffianti in pieno stile, e invece iniziano le sorprese: la prima parte della canzone è dolce
Sul tema introduttivo è bene spendere due parole: il cantante Ian Gillan confesserà successivamente che il giro è nato durante un’improvvisazione su “Bombay Calling” degli It’s a Beautiful Day, ai giorni nostri si sarebbe gridato al plagio a suon di storie Instagram, ma quelli erano i ‘70s, ci si metta anche che tra le due band, a quanto pare, è sempre corso buon sangue, e il delitto perfetto è commesso.

“Perfetto” è la parola giusta, e te ne rendi conto anche solo sentendo i primi 50 secondi. Prosegue il tema e sale in cattedra Ian Gillan, che inizialmente, con voce pulita e precisissima, sussurra queste frasi: 
,,, dolce bimbo ... 

Le parole sono rivolte ad un bambino, probabilmente da un soldato in Vietnam, (..) sicuramente da un adulto, che vuole mettere in guardia il giovane sulla “linea che sta tra il bene e il male”; inutile dire quanto questo testo si possa considerare attuale, in un periodo nel quale la “linea” sembra essersi veramente troppo assottigliata.

L’iperbole da qui in poi è leggenda. Gillan trasforma la sua voce in uno strumento musicale, inizia a cantare un tema semplicissimo sul crescendo della strumentale, trasformandolo pian piano in urli, quasi a spaventare il piccolo destinatario dell’avvertimento. La prestazione del cantante è da record per estensione ma soprattutto per potenza (..) 
 È finalmente esplosa la canzone, ed è il momento dei musicisti. (..) gli strumenti dialogano perfettamente,
indubbiamente svetta la chitarra del virtuosissimo Ritchie Blackmore, ma Jon Lord alle tastiere armonizza divinamente, e la sezione ritmica formata da Roger Glover (basso) e Ian Paice (batteria) non si limita al tappetone o al groove, è un continuo dialogare, è come se tutti e quattro facessero un assolo contemporaneamente. 
Sul punto dinamicamente più alto, si blocca tutto, di colpo. Termina così la prima parte.

Si ritorna immediatamente al tema soft, come all’inizio. La voce ripete le parole precedenti ed inizia il secondo crescendo. (..) .. quando tutti si aspetterebbero un finale violento, i Deep Purple piazzano l’ultimo colpo di scena: accordo lungo, e l’atmosfera cambia. Inizia così una marcia in continuo aumento di velocità che porta l’ascoltatore, dopo una piccola pausa, alla fine del brano.

Fatelo, prendete 10 minuti di questa domenica Il 3 giugno 1970, infatti, usciva "Deep Purple in Rock", una pietra miliare della musica che sarebbe diventata di lì a poco, appunto, il rock.) mettetevi questa canzone in cuffia e fate qualcosa che vi impegni fisicamente ma non vi distragga dall’ascolto: solo così potrete gustare quella che ritengo essere una delle canzoni più belle di sempre, anche a 50 anni di distanza dalla sua pubblicazione.

*§*  



CHILD IN TIME - Deep Purple




2022/10/09

Problemi alla cervicale e nausea da vertigini

 La tensione emotiva, che ci accorgiamo o no, è una delle cause principali dell'irrigidimento della muscolatura soprattutto di quella a livello cervicale (a meno che non derivi da traumi fisici). Periodi di stress, di preoccupazioni, di pensieri fissi, agitazione e tutte quelle emozioni anche non evidentissime ma che ci destabilizzano, andranno calmate e risolte attraverso passi direzionati ad un CAMBIAMENTO di PENSIERI e di VITA.  

Il peso di una preoccupazione o di un pensiero fisso negativo cade sulle nostre spalle piegandole al suo volere, dandoci anche senso di vertigine (si perde la stabilità e la lucidità e .. ci si inoltra nella nebbia .., come un voler estraniarsi finalmente - non riuscendoci- da quel problema) appesantendo anche il nostro organismo. 

 Prendendo coscienza di quale sia il nodo destabilizzante da sciogliere, si scioglierà anche la rigidità accumulata sulle spalle; guidando i pensieri verso altro di diverso o meglio affrontando di petto e risolvendo il problema,  ovvero quel nodo che ci tiene bloccati, rilassandoci, aiutandoci con rimedi, con fiori che curano l'animo ed altri provvedimenti che voglio qui elencare,
 magicamente se ne potrà uscire risanati. 

Cervicalgia e vertigini


*§* 

Il dolore nella zona della cervicale è dato da un irrigidimento eccessivo della muscolatura della testa, delle zone prossimali e dei muscoli collegati. L'infiammazione dirama la propria manifestazione dolorosa anche a testa e spalle, a seconda della gravità. 

Perché la muscolatura a livello cervicale si irrigidisce tanto da portare dolore? Cause: 

  • Psicologico : tensioni muscolari dovute a ripercussioni di preoccupazioni o emozioni negative;
  • Posturale: posizioni viziate e innaturali protratte per molto tempo;
  • e movimenti repentini che portano la muscolatura già irrigidita a stiramenti e contratture;
  • Pigrizia e stile di vita: mancanza di movimento fisico adeguato o eccessiva sollecitazione dei muscoli di spalle e collo;
  • Organiche:  problematiche della struttura scheletrica e muscolare di schiena e arti inferiori: la cattiva postura degli arti e della schiena si ripercuote su tutta la colonna vertebrale
  • Tossine: stato di intossicazione generale dell'organismo; 

  • traumi cranici e cervicali - torcicollo - cervicalgie - artrosi cervicale - ernie dei dischi intervertebrali situati all'altezza cervicale.

Si tratta di una sorta di instabilità posturale e disequilibrio che si presenta contestualmente a dolore cervicale causato da lesioni di origine traumatica o di natura infiammatorio-degenerativa.

  Il senso di vertigine spesso è scatenato dalla cervicale infiammata, come anche senso di nausea, labirintite, problemi alla vista, emicrania,..


Alcuni dei rimedi omeopatici più conosciuti ed in grado di alleviare la sintomatologia dolorosa associata a cervicalgia,  impiegati come anti infiammatori ed antidolorifici: 

Arnica Montana (nei casi di traumi violenti grazie alle sue proprietà sfiammanti:  

Byronia (un miorilassante naturale per contratture muscolari profonde che generano tensioni locali e provocano anche una persistente cefalea)

Lycopodium (tensione  torcicollo, dolenzia) 

Iperico (impiegato nei casi di radicolopatia agli arti superiori) 


Pomata a base di Arnica da spalmare sulla parte 3 volte al giorno; o di Artiglio del diavolo; 

 Altri rimedi omeopatici per lenire la sintomatologia del torcicollo sia in termini preventivi sia curativi sono:

Causticum Hahnemanni, indicato per i dolori che si manifestano in caso di rigidità dei muscoli cervicali e lombari;

Dulcamara, utile per lenire i dolori nevralgici e reumatici che si presentano quando il soggetto ha subito un brusco cambio di temperatura o di postura; (contratture muscolari come stiramenti o strappi, dolori di origine articolare

Nux vomica, consigliato specialmente per i soggetti che accusano la sintomatologia del torcicollo nelle ore notturne, durante il sonno;

Rhododendron, spesso d’aiuto per curare i reumatismi articolari, è indicato specialmente nei casi in cui la contrattura è dovuta a cambi di temperatura repentini e forte umidità;

Rhus toxicodendron, utile per contrastare la sensazione intensa di stiramento o strappo derivante dalla contrattura.

Cocculus-Heel  indicato nel coadiuvare la cura delle vertigini correlate a cervicale, e nelle loro forme labirintiche, vascolari o da aterosclerosi.

 rimedi utili per prevenire l’aggravarsi della sintomatologia dolorosa 


ACCORGIMENTI UTILI  E DA INTEGRARE: 

  • Dormire nella postura consigliata, quella supina, con un cuscino basso o senza cuscino, qualora il materasso sia in grado di modellarsi sulle forme della colonna. Il cuscino deve sostenere il collo senza essere troppo morbido, accompagnare la naturale curvatura del collo e delle spalle senza forzarne la rigidità.
  • Termoforo Cervicale / calore sulla zona cervicale - borsa calda - cerotti riscaldanti - anche doccia calda sempre per allentare la tensione e contrattura muscolare; 
  • Esercizi specifici per alleggerire il dolore cervicale. Ginnastica quotidiana ma con movimenti lenti ed evitando scatti bruschi o forzature.  Esercizio Yoga.
  • Stile di vita sano evitando glutine, zuccheri e cibi che sviluppano acidità e cristalli (quindi tossine che si annidano nelle articolazioni creando malattia) ; evitando agenti inquinanti; facendo esercizio fisico costante;  Orari regolari; Idratazione corretta. 
  • Magnetoterapia 
  • Manipolazioni da osteopata esperto
  • Postura corretta (specialmente al computer) 
  • Preparati naturali calmanti lo stato d'animo di tensione, ansia, panico (melissa, lavanda, camomilla, passiflora)
  • Foglie d'ulivo infuso per il benessere, la pulizia, l'ossigenazione e la normalizzazione della circolazione sanguigna la quale porterà beneficio ai tessuti di ogni organo, quindi anche maggior benessere mentale
  • Magnesio supremo che rilassa la muscolatura, l'umore e che apporta molti altri benefici
  • Vitamina C Liposomiale, elemento vitale; ad alto dosaggio per ogni affezione 
  • Un valido lavoro su se stessi -  meglio se , come sostegno, affiancati da una figura empatica e professionale che osservi e ci guidi dall'esterno nella nostra nebbia del momento. 


rivolgersi al proprio omeopata, in grado di capire il  vostro tipo costituzionale di appartenenza da cui partire per individuare le cause del problema e i rimedi maggiormente efficaci.

Fonti : Dr.reckewegcomics.com  Curenaturali.it  Giornataomeopatia.it 

*§*  



2022/09/15

“Il cancro è una malattia puramente artificiale" Parola di scienziati .

" Non c'è nulla nell'ambiente naturale che possa provocare il cancro. Quindi deve essere una malattia artificiale"

Il tasso di insorgenza di tumori (soprattutto nei bambini, cioè nelle persone più indifese e sensibili della società) è aumentato esponenzialmente dopo la grande rivoluzione industriale, dimostrando inequivocabilmente che tale aumento non è dovuto alla maggiore longevità delle persone ma all’enorme inquinamento ambientale.
I numeri sono allarmanti e i tempi sono assolutamente maturi per prendere coscienza del fenomeno e soprattutto per muoversi.

Vera prevenzione : La cosa fondamentale è capire che lo stile di vita ha sempre fatto in passato e fa ancor oggi una grande differenza.
 Per stile di vita s’intende tutto: quello che mangiamo, respiriamo, beviamo, pensiamo, sentiamo e proviamo; è l’intero mondo dei sentimenti, il corretto del corpo, il riposo, l’aspetto spirituale, ecc. 
..un terreno biologico sano, predispone alla salute organica
- Un’alimentazione sana ... diminuendo la quantità delle tossine endogene prodotte con l’alimentazione, si riduce la cosiddetta “malattia”.
- L’aspetto emozionale gioca un ruolo estremamente importante. 
- Il Sole è fonte di vita
- tivù  gettata nella spazzatura 
Andare Oltre- malattia artificiale cancro


 Dall'articolo di Marcello Pamio su “Livello Alfa” del 05.07.2011

Evviva, ci sono arrivati perfino gli scienziati: il cancro è una malattia artificiale!
Meglio tardi che mai, possiamo dire.
Dopo innumerevoli tentativi - tuttora in corso - di farci credere che il cancro è un difetto genetico, un microbo errante o peggio ancora un virus, arriva, dagli stessi ambienti dell’establishment medico-scientifico, una notizia alquanto interessante. Una notizia che smentisce loro stessi.

Sai ascoltare ?

Ascoltare, un'attività difficile nella società occidentale e nell'epoca moderna. 
Ascoltare con l'apparato uditivo, ascoltare con la nostra mente, con la nostra capacità di osservazione; 

Ascoltare suoni, parole, tradurle dentro noi stessi; 

Ascoltare i cambiamenti del proprio corpo, dei mutamenti, dei sintomi, degli effetti di terapie;
del proprio essere; 
Ascoltare le verità della natura e farle più nostre;
Ascoltare quando una persona ci fa del male aggredendoci, ad esempio, saper ascoltare noi e profondamente anche l'altro, mediare poi le nostre reazioni che, senza l'ascolto interiore, risulterebbero negative, anche isteriche,  peggiorative della situazione e del rapporto. 

Fromm Libro l'arte di ascoltare 

Ogni sofferenza umana contiene in sé il germe della felicità, 

basta saperla "ascoltare" con disponibilità.

***

Fromm, il grande psicologo e filosofo tedesco, studioso dell’anima umana e delle mille difficoltà dei rapporti personali, ha elaborato un piccolo vedemecum per chi vuole davvero ascoltare e capire gli altri

Prima di amare bisogna ascoltare.

Ascoltare è importante. Ma attenzione, rifuggite – sostiene il filosofo – da chi cerca di convincervi che si tratti di una “tecnica”. L’ascolto non è un affare “meccanico, parola utilizzata per tutto ciò che non ha vita, ma si avvicina, al contrario, all’arte”. È cosa viva: ascoltare e comprendere l’anima di un uomo è come leggere una poesia. Non un’analisi del testo, certo. Ma dello spirito.

Fromm dà alcuni consigli specifici. Le regole fondamentali dell’arte dell’ascolto:

(..)  la concentrazione completa di chi ascolta.

Nella sua mente non deve esserci niente di importante. Occorre che sia libera, al massimo, senza ansia né avidità.

Deve avere un’immaginazione libera, ma abbastanza concreta perché possa essere espressa con parole.

Deve avere il dono di provare empatia con le altre persone. Ma anche quello della forza di sentire l’esperienza altrui come se fosse sua.

Avere empatia è un aspetto della capacità di amare. Capire un altro significa amarlo: non in senso erotico, ma nel senso di raggiungerlo uscendo da se stessi e superando la paura di perdersi.

Comprendere e amare sono due cose inseparabili. Se sono separati, diventa un processo cerebrale e la via per una comprensione di base rimane chiusa.

 Fonte: Basta amicizie distratte: ecco le regole di Erich Fromm per capire cosa pensano gli altri - Linkiesta.it

***

Il libro. 

Ogni sofferenza umana, sostiene Fromm, contiene in sé il germe della felicità, basta saperla "ascoltare" con disponibilità. La psicoanalisi è appunto questo, l'arte di ascoltare le voci interiori per giungere alla realizzazione personale.
Una introduzione alla tecnica della psicoanalisi illustrata con un linguaggio semplice. Una guida per superari i conflitti e le passioni laceranti e giungere alla salute e al benessere.(www.ibs.it)

*§* 



2022/08/09

Osservare se stessi. La verità del sintomo "Scienze Biosistemiche"

Non dobbiamo aver timore o paura del sintomo.

So che ci hanno educati ad averne paura, ci hanno abituati a volerlo e doverlo sopprimere, a metterlo a tacere al più presto,

ma cerchiamo di capire che sono da noi letti male il sintomo, il dolore, l'avvento di un malessere, di un cambiamento peggiorativo in noi,  insomma  impariamo a riconoscere innanzitutto il perché della sintomatologia! 

Il sintomo ci dà la sveglia, CI AVVERTE che qualcosa nel nostro modo di pensare e di agire deve essere cambiato. Se sapremo osservarci e capire il sintomo, indagare e arrivare a scoprirne la cause, potremo correre ai ripari e prendere in tempo ogni affezione.  

Anche e soprattutto ricercare le cause psicologiche, senza il timore di affrontarle. Tenere presente il rapporto tra mente e corpo; la psicosomatica si interessa di tutte quelle manifestazioni fisiche che hanno origine da un malfunzionamento della psiche. 

Sintomo _ su Andare Oltre

****************************

Relazionarsi con il malato, farlo sentire al sicuro, entrare nella sua condizione psicologica che ha portato il problema, non mettersi in contrasto con le leggi dell'Universo 
La biologia , la fisica, .. sono interconnesse, non esiste una realtà che non sia in relazione con altro. 

Tutto è legato al sintomo, la medicina ufficiale ha uno schema di guerra, con uno che comanda (medico) vede il sintomo come qualcosa da debellare
invece  VA  RISPETTATO 

Uno schema di guerra non porta salute. Ti sottrae forza, tue possibilità e ti ricorda (poi con le varie analisi, esami ecc. ) ti convince di essere malato, ti toglie forza, ti asservisce! Essa guarda solo te non tutto il tuo sistema ... (invece il più debole è spesso qualcuno della tua famiglia, non te!, ad esempio) 

Negarsi quel dolore, vivere nella paura del male invece di affrontarlo, ti porta a produrre altro male. 
 
Esiste oggi fra i terapeuti una sorta di "allucinazione terapeutica" con quel senso salvifico; la medicina è diventata allucinazione!
al contrario, bisogna lavorare sui punti di forza del paziente, responsabilizzarlo sulla forza del sistema immunitario, delle cellule,  dell'esistenza stessa, dei meccanismi biologici,.. 

Noi se arriva una diagnosi di una qualsiasi malattia, se dividiamo per sintomi, vediamo che quella malattia è legata all'individuo, non dobbiamo parlare di malattia davanti al paziente perché quelle parole generano in lui ulteriori malattie ... 

Mascherine, obblighi, limitazioni, sieri che non creano immunità e non efficaci, considerare i medici untori, ... cattiva gestione dl paziente,.. 

Importante il principio dell'Umiltà nella categoria medica .. 

Non è il malato ad essere terminale, sono gli strumenti che stiamo usando che non possono soccorrere oltre, che non ce la fanno, ed il malato assumerà tanta morfina e droghe che i medici possono già sapere quando avverrà la fine...

Primo non nuocere. 
 Saper fare una diagnosi, poi la giusta prescrizione, 
 ... il sintomo esprime lo sforzo adattativo dell'individuo, dell'Essere in vita, 
 è un apprendimento costante fin dalla nascita, apertura verso la vita, 
il nutrimento, protezione, autostima, sicurezza biologica e la vita di relazione.
 Relazioni sospese (rimanere rancorosi, ad esempio) creeranno durante la vita sempre quel sintomo.

Quando ci misero o ci trovammo in un certo ruolo (ad es. il figlio che vuole salvare la mamma), 
ciò ha creato disordine nelle nostre funzioni biologiche e nel futuro, persisteranno sintomi e malattie finché non viene lasciato andare il ruolo ricoperto ...
E' l'ordine che crea l'amore, non viceversa. 
Vita genera altra Vita 
La scienza è a servizio della vita. 

Novità nella psicosomatica: non ci ammaliamo quando stiamo in conflitto 
ma quando il conflitto è risolto

Rendere  e renderci  RESPONSABILI 

 L'importanza della domanda: "PERCHE'?" 

LA VERA PREVENZIONE è LA CONOSCENZA. 



e molto altro in questa intervista illuminante (grazie!)  

Dott. Pasquale Aiese e Francesco D'Assisi Cormino 

La verità del sintomo : "Scienze Biosistemiche" da www.rigeneralife.com


 
*§*