2021/08/24

Referendum Eutanasia legale - Liberi fino alla fine

 


PERCHÉ UN REFERENDUM

Molte persone gravemente malate oggi non sono libere di scegliere fino a che punto vivere la loro condizione. Non hanno diritto all’aiuto medico alla morte volontaria, al suicidio assistito o ad accedere all’eutanasia come è invece possibile in Svizzera, Belgio, Olanda, Spagna, Canada, molti Stati degli Stati Uniti e sempre più Paesi nel mondo.

Perché nonostante una proposta di legge di iniziativa popolare depositata nel 2013 e due richiami della Corte costituzionale, il Parlamento in tutti questi anni non è mai riuscito a discutere di eutanasia legale.

Ecco perché, a fianco delle persone che non possono aspettare i tempi della politica e della giustizia, abbiamo deciso di dare la parola ai cittadini con un referendum.

PER ESSERE LIBERI

Il quesito referendario si pone l’obiettivo di introdurre l’eutanasia legale tramite l’abrogazione parziale dell’art. 579 c.p. che punisce l’omicidio del consenziente. (..)


DOVE FIRMARE  


Per la prima volta  nella storia dei Referendum
ORA SI PUÒ ANCHE  FIRMARE ONLINE


A chi appartiene
LA TUA VITA?

Ammalarsi fa parte della vita. Come guarire, morire, nascere, invecchiare, amare.

Le buone leggi servono alla vita: per impedire che siano altri a decidere per noi.

*§*



2021/08/18

Perché non ci sono donne e bambini nelle immagini della fuga di massa da Kabul

 

"La prima cosa che io e le mie sorelle abbiamo fatto è stata nascondere i nostri documenti d’identità, diplomi e certificati. È stato devastante. Perché dovremmo nascondere le cose di cui dovremmo essere orgogliosi? In Afghanistan ora non ci è permesso essere conosciute come le persone che siamo. […]" 

Leggi tutto su  Greenme.it  


Una donna afgana a Kabul: "Ora devo bruciare tutto quello che ho ottenuto"
( su "The Guardian" ) 



«Verranno per le persone come me e mi uccideranno. Sono seduta qui in attesa che arrivino. Non c'è nessuno che aiuti me o la mia famiglia. Sto solo seduta con loro e mio marito. Non posso lasciare la mia famiglia. E comunque, dove andrei?» ha detto. Coi suoi 27 anni è la sindaca più giovane dell'Afghanistan, nonché una delle poche ad aver ricoperto questo incarico. Lei ha sempre combattuto in nome delle donne, consapevole di quanto per loro la vita fosse costantemente a rischio, di quanto fossero perennemente private di diritti essenziali a cominciare dall’istruzione. Ora che la situazione è precipitata sa che è il momento di insistere, anche se questo significa andare in contro a morte certa: «Sono distrutta. Non so su chi fare affidamento. Ma non mi fermerò ora, anche se verranno di nuovo a cercarmi. Non ho più paura di morire»

*§*

2021/08/01

Disastro in Germania e Clima quasi al punto di non ritorno

 

Il climatologo: «Un evento così estremo non sarebbe avvenuto in condizioni preindustriali»


Altenburgh, Germania.  © Ap
Altenburgh, Germania.© Ap

Parla Antonello Pasini, climatologo del Cnr. "Questi eventi saranno la norma". 

"Il fatto che la fonte del riscaldamento della temperatura globale è umana deve essere considerata una buona notizia, se fosse naturale non ci potremmo fare niente"

Un episodio dovuto alla persistenza per giorni sulla stessa area geografica di una specifica condizione metereologica, coerente con i cambiamenti climatici in corso e l’inadeguatezza dei territori verso fenomeni sempre più estremi.

Questi fenomeni eccezionali sono destinati a diventare la norma?

Purtroppo sì se non facciamo nulla per limitare l’aumento della temperatura globale.


(..)  Conosciamo le cause: aumento gas serra, deforestazione, agricoltura e allevamento non sostenibili, possiamo quindi fare qualcosa affinché gli effetti dannosi di queste attività vengano ridotti. 

Dal punto di vista di principio anche politicamente in Europa ci stiamo muovendo in un modo senza precedenti. 
L’influenza di determinate lobby è ancora forte e mette dei limiti a quella che deve essere una vera e propria transizione ecologica globale, non solo energetica.

Leggi l' Intervista qui, su "Manifesto50" . 


***

 e secondo un altro titolo su mns meteo


Ripple, un illustre professore di ecologia presso il College of Forestry dell'Oregon State University, ha affermato che

I segni vitali della Terra si stanno indebolendo a vista d'occhio, secondo un nuovo studio


"Dobbiamo anche smettere di affrontare l'emergenza climatica come se fosse un problema una tantum: il riscaldamento globale non è l'unico sintomo del nostro sistema Terra messo a dura prova", ha aggiunto Ripple. "Le politiche volte ad affrontare la catastrofe climatica o qualsiasi altro sintomo dovrebbero concentrarsi sulla causa fondamentale: l'eccessivo sfruttamento umano della terra".

Le chiusure e il fermo di tante produzioni nel mondo legate al Covid ha dato un certo "sollievo" al pianeta, ma presto si tornerà a una produzione molto sostenuta e a quel punto intervenire con leggi ed educazione ai cambiamenti climatici sarà un provvedimento essenziale. (..)

*§*


E' desolante! Ma non possiamo stare a guardare
 facendo nulla e finta di nulla. 



*§*




Relazioni e competenza in amore



"L'amore non è un'emozione.
L'amore è una competenza.



Per far funzionare una relazione, occorre abbracciare l'idea che l'amore non sia soltanto un'emozione, ma prima di tutto una competenza.

Sposare questo mindset, significa vedere la relazione come un continuo work-in-progress, all'interno del quale tu devi continuamente migliorare la tua capacità di amare l'altra persona.
Perché non puoi smettere di imparare come amare al meglio le altre persone.
Non puoi pensare di essere arrivato al top del tuo essere un buon partner.

E’ come quando impari a suonare uno strumento musicale: ci vuole una vita per diventare un maestro. E durante il tuo percorso ci sarà della bella musica, ma anche delle note stonate. Ma tu continui sempre comunque ad allenarti.

Se alleni la tua competenza ad amare, allora le emozioni piacevoli proprie di quella relazione emergeranno spontaneamente.

Perché non è l'amore a doversi prendere cura di te, ma devi essere tu a prenderti cura dell'amore."

segui Luca Mazzucchelli  su Instagram
***

Sposo questa intuizione di Luca Mazzucchelli;  le relazioni sono cosa viva, in continuo divenire e costruzione, se si vuole far crescere l'albero di una relazione non è possibile basarla  soltanto sull'emozione in sé, sulla semina e le innaffiature concitate e premurose dei primi momenti o pretendere che rimanga intatta a lungo se non supportata dal continuo mettersi in discussione e se non alimentata da altre emozioni più profonde su cui lavorare con attenzione continua.

La conoscenza nel tempo confermerà (o non confermerà) che quella è una relazione giusta, una relazione in cui ci si possa sentire sereni, migliorati ed in solidale sintonia,
ma se non siamo noi i primi a tenere in alta considerazione il lavoro continuo verso l'affetto provato, se si cede ad ogni incomprensione, al minimo ostacolo, se si rinuncia a concimare il virgulto pur essendo certi che l'altra persona sia una persona di valore, se non si rimane presenti a se stessi ogni giorno acquisendo, quindi, "competenza" in tema di attenzione/amore verso l'altro, non raccoglieremo frutti. 

Coltiviamo il rapporto con coscienza, "alleniamoci" a conquistare rapporti profondi, questo ci sarà di enorme soddisfazione e riscontro. Non il contrario, ovvero aspettarsi amore scontato e gratuito che arrivi e rimanga come pioggia dissetante nel deserto:  danziamo per la pioggia ogni giorno e trasportiamo catini per conservarla specialmente per i momenti difficili. 

Quando in questo blog parlo di amore e relazioni, mi riferisco a relazioni di qualsiasi genere non soltanto al classico amore di coppia. Vedrete come cambierà il rapporto con un genitore o con un collega o con chiunque,  dopo aver analizzato voi stessi ed aver cambiato voi per primi il MODO di sentire l'altro ! 
Aspiriamo ad instaurare rapporti emotivi profondi. 👍)


*§*