2022/01/06

Rinnovarci e poter riprendere il volo


Seguiamo la rotta delle aquile. Non solo i muri della casa vanno talvolta imbiancati, portando via prima lo sporco e la muffa creatasi con il tempo, 

ciò che è da rinnovare è la nostra "casa" mentale ed interiore così come il nostro corpo fisico, entrambi pieni di veleni, plagi e dolori.


Le aquile vivono 70 anni, ma a 40 anni devono prendere una decisione difficile, le loro unghie diventano così lunghe e flessibili da non riuscire a trattenere la preda di cui si nutrono. 
Il lungo becco appuntito si incurva troppo contro il petto e non è più utile. Le loro ali sono invecchiate e pesanti in base alle grandi dimensioni delle loro piume, e da allora il volo diventa molto difficile.

Ha due alternative:
abbandonarsi e morire,
oppure affrontare un doloroso processo di rinnovamento, che consiste nel volare verso un nido in montagna vicino a un muro, poiché è al sicuro.
L'aquila inizia a colpire il muro con il becco con grande forza finché non viene staccato. Quindi aspetterà la crescita di un nuovo becco, con il quale staccherà le sue vecchie unghie una per una. Quando i nuovi artigli inizieranno a schiudersi, inizierà a strappare le sue piume consumate. E dopo tutti quei lunghi e dolorosi cinque mesi di ferite, cicatrici e crescita, riesce a far vivere altri trent'anni al suo famoso volo di rinnovamento, rinascita e celebrazione ...

Andare Oltre _ Rinnovarsi come fa l'aquila sempre in piedi, sempre avanti


Nella nostra vita per continuare un volo di vittoria molte volte dobbiamo ripararci per un po' di tempo e iniziare un processo di rinnovamento.

Dobbiamo liberarci di costumi, tradizioni e ricordi il cui peso ci impedisce di andare avanti. Solo liberi dal passato possiamo sfruttare il prezioso risultato che un rinnovamento ci porta sempre.

Rinnovare dentro implica mettere ordine nel mondo mentale, scartare i ricordi di eventi frustranti o dolorosi per rimanere solo con l'esperienza di ciò che abbiamo imparato.

Per rimetterci in ordine, ,

dobbiamo conoscere noi stessi, sapere chi siamo, 

quali sono le nostre potenzialità 

e dove vogliamo andare.

Non è necessario adattarsi al problema; c'è la possibilità di sbarazzarsene. Ma la strada è un po' difficile, la strada è una sfida.

È una tua scelta.

Seguiamo la rotta delle aquile. 

Sempre in piedi, sempre avanti 

Jjames Gutiérrez

***


Non c'è altro da aggiungere, ognuno riesce oppure non riesce a percepire un simile procedimento e a sentirlo come necessario; ugualmente ognuno, presto o tardi, si renderà conto del vuoto in cui è caduto non alimentando e non rendendo fertile e rinnovata una certa parte di sé.

E' una nostra scelta non crollare, non accettare rinunciando a se stessi, non subire, abbandonare il luogo comune, non adattarsi passivamente, 

ma essere astuti come l'aquila nell'inventare la soluzione per rimanere in piedi ed andare avanti sempre. ✌


*§*



1 commento:

Marzia ha detto...

Credo che tutti prima o poi sentiamo la necessità di cambiare, di rinnovarci, di "svecchiarci" per così dire...ma il segreto è avere stimoli, dobbiamo sentire qualcosa che ci smuove dentro, e deve essere talmente forte da farci liberare di tutte
le nostre convinzioni, idee, deve riuscire a farci uscire dalla nostra "comfort zone" e desiderare davvero il cambiamento! Per fare questo ci vuole coraggio, bisogna esporsi e non tutti sono pronti a farlo....come dici tu, la strada è difficile ed è piena di sfide.